FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2015 - MIC

 info@mosaicoitalocroato.com
Vai ai contenuti

Menu principale:

FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2015

Per la sua decima edizione torna a chiamarsi
Festa del Cinema di Roma e si svolgerà dal 16 al 24 ottobre 2015. La giornata del 24 ottobre sarà dedicata alle repliche dei film.
Il Festival internazionale del film di Roma, è un festival cinematografico internazionale che si tiene a Roma presso l'auditorium Parco della Musica. La manifestazione è organizzata dalla Fondazione Cinema per Roma, costituita dai soci fondatori Roma Capitale, Regione Lazio, Provincia di Roma, Camera di commercio, Fondazione Musica per Roma. Il presidente della Fondazione Cinema per Roma è Paolo Ferrari, il direttore generale è Lamberto Mancini. Marco Müller è il direttore artistico del Festival internazionale del film di Roma.
La prima edizione, denominata "Cinema. Festa internazionale di Roma", si è tenuta nel 2006, promossa da Comune di Roma, Camera di commercio, Regione Lazio, Provincia di Roma e organizzata dalla Fondazione Musica per Roma presieduta da Goffredo Bettini.
La manifestazione è organizzata da Fondazione Cinema per Roma e promossa da Roma Capitale, Regione Lazio, Città Metropolitana di Roma Capitale, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma, Istituto Luce Cinecittà, Fondazione Musica per Roma. Il Main Partner è BNL Gruppo BNP Paribas. I Partner Istituzionali sono Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Ministero dello Sviluppo Economico, ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.
Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cinema per Roma è composto da Piera Detassis (Presidente, in rappresentanza del Comune di Roma), Laura Delli Colli (in rappresentanza della Regione Lazio), Giancarlo Cremonesi (Camera di Commercio), Carlo Fuortes (Musica per Roma), Roberto Cicutto (Istituto Luce Cinecittà). Antonio Monda è il Direttore Artistico, Lucio Argano il Direttore Generale.

info

Non più Festival ma Festa. Questa la più importante novità delDirettore artistico Antonio Monda che per questa decima edizione ha voluto fare un salto indietro, alle origini dell’evento, eliminando concorso, madrine, anteprime mondiali, star e cerimonie e tornando a mettere al centro soltanto i film della Festa del cinema di Roma 2015.
La FESTA DEL CINEMA DI ROMA
dal 16 al 24 ottobre 2015
L’Auditorium Parco della Musica
Viale Pietro De Coubertin 10, Roma

La Festa del Cinema di Roma compie dieci anni e si riappropria del termine che fin dall'inizio l'aveva caratterizzata per riaffermare la propria identità.
Addio al Festival, addio a giurie, premi, addio anche alla guerra delle date e alla corsa a chi si aggiudicava i film in anteprima. All'Auditorium sarà ancora una volta una Festa, con il cinema al centro. Lo promette Antonio Monda, neodirettore artistico, che guarda ai festival americani e prova a fare piazza pulita del passato. Ci sarà un solo premio ufficiale, quello assegnato dal pubblico, ci sarà il red carpet ma quello che conta sono i film, non chi viene a presentarli. "Discontinuità, varietà e qualità" sono le tre parole d'ordine di Monda per questa decima Festa del Cinema, che ha il volto di Virna Lisi, testimonial della campagna e la cui bellezza domina i manifesti.
È il momento dei numeri: nove giorni di Festa, dal 16 al 24 ottobre (uno in meno del solito), ancora una volta ospitata negli spazi dell'Auditorium Parco della Musica, 37 le opere della selezione ufficiale, che comprende film, documentari e serie tv, 24 i paesi partecipanti, due eventi speciali, tre retrospettive, dieci "incontri ravvicinati" con grandi registi e attori ma non solo, tre linee di programma e la consueta sezione autonoma Alice nelle città.
Quattro gli italiani nella selezione ufficiale, tre film di genere e un documentario: il  melò "Alaska" di Claudio Cupellini, la commedia "Dobbiamo parlare" di Sergio Rubini, "Lo chiamavano 'jeeg robot'" di Gabriele Mainetti e il documentario sulla scuola "Registro di classe - parte prima 1900-1960" di Gianni amelio e Cecilia Pagliarani.
Il programma messo su da Antonio Monda è "ridotto" rispetto al passato ma variegato e mette insieme cinema di genere, indie, opere prime, autori affermati, serie tv, documentari e animazione. Così a fianco di "The Truth" con Cate Blanchett e Robert Redford (film d'apertura) e "The walk" di Robert Zemeckis, c'è spazio anche per "Mistress America" di Noah Baumbach (premio del pubblico al Toronto Film Festival) e "Junun" di Paul Thomas Anderson, come pure per l'argentino "Eva no duerme" di Pablo Aguero, per il cinese - campione di incassi in patria - "Monster Hunt" di Raman Hiu e tanti altri, con una nutrita rappresentanza dell'America Latina e dell'Estremo Oriente (Johnnie To e Sono Sion su tutti).
Grande attenzione agli incontri con i maestri del cinema e non solo. Si parte con Jude Law e si continua con le accoppiate  Wes Anderson e Donna Tartt, William Friedkin e Dario Argento, Joel Coen e Frances McDormand, Carlo Verdone e Paola Cortellesi, e si prosegue con i "singoli" Todd Haynes (che porterà in regalo al pubblico di Roma "Carol"), Renzo Piano, Riccardo Muti, Paolo Villaggio e il premio Oscar Paolo Sorrentino. Le tre retrospettive sono dedicate alla Pixar, a vent'anni di uscita da "A Bug's Life", ad Antonio Pietrangeli e al maestro cileno "Pablo Larrain". Omaggi saranno tributati a Ettore Scola, Pier Paolo Pasolini nel quarantesimo della morte, fratelli Taviani, Frank Sinatra, Stanley Kubrick, Luis Bunuel, Ingrid Bergman, Francesco Rosi, Franco Rossi e Hitchcock e Truffaut.
L'idea alla base di questa decima edizione (con budget ridotto all'osso, si parla di 4 milioni di euro, e senza la sala Santa Cecilia) è restituire quella che, secondo Monda, è l'essenza del cinema, ossia condividere un'emozione al buio, e non una sfilata di moda sul red carpet: via tutto quello che spinge la kermesse verso altre direzioni che non siano il cinema e la sua magia. I divi comunque ci si saranno, assicura il direttore artistico: al momento sono confermati Ellen Page, Monica Bellucci, ma altri ne arriveranno (ma niente Paul Thomas Anderson).
fonte today.it Chiara Cecchini

Dal 16 al 24 ottobre 2015
Auditorium Parco della Musica / Viale Pietro De Coubertin 10, Roma / Tel 06.40401900 / info@romacinemafest.org
#RomaFF10 | Omaggio | Pier Paolo Pasolini
L'OMAGGIO
A quarant’anni dalla tragica morte, la Festa celebrerà in una serata-
omaggio il genio di Pier Paolo Pasolini. L’omaggio sarà curato da Mario Sesti e Matteo Cerami.
#RomaFF10 | Scopri i film della Selezione Ufficiale
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu